Cosa rimane dei miei silenzi…?

Carissima amica Luna,

rieccomi qui a parlare con te, trascinando con me il mio piccolo bagaglio di insicurezze e di delusioni. Stavo ascoltando una delle canzoni preferite della mia fanciullezza,,, che recita:

“Io non ho mai dimenticato i nostri sogni e le paure, ed il coraggio di esser vivi. La vita è fatta di strade ma la strada da fare qual’è. Noi avevamo dei progetti, tutta una serie di ideali… noi due diversi eppure uguali. Cosa rimane di noi, dei miei silenzi nei tuoi?!?! Non è cambiato niente, e sono solo qui ad aspettare che finalmente la vita dica sì”.


Già, che cosa rimane dei miei silenzi pieni d’amore, con cui parlavo ad una persona che credevo non mi avrebbe abbandonata mai?! Dimmelo tu, mia dolce amica… spiegamelo… perchè io davvero non lo so… e questa cosa mi riempie il cuore di tristezza in un modo quasi devastante.

I miei silenzi li tengo solo per me d’ora in poi… e per te naturalmente, che sai leggere i miei occhi spenti, e le mie lacrime accennate. Sono proprio malinconica stasera… e lo ero anche l’altra sera. C’è qualcosa che rende dolorose queste mie serate… ed è la consapevolezza che di tanto amore donato, poi non rimane nulla. Eppure il senso della vita è amare… amare con tutto il cuore, il corpo, l’anima, gli occhi, le mani, la voce, il sorriso, la gioia, le braccia che si stringono per unire i corpi in un essere unico senza confini… io ne sono certa!

E poi, come sempre, penso anche all’angioletto tenero… chissà come sta in questo istante. Chissà se mi pensa ogni tanto…

Qualche ora fa mi ha salutata freddamente. A volte lo sento così distante… mentre altre volte lo sento al contrario così vicino, quasi come se lo conoscessi da sempre e se la distanza che ci divide (in ogni senso) non esistesse più. Quanto avrei bisogno di una delle sue belle frasi allegre adesso… e di sentire le sue risate piene di calore.

Affogherò la mia malinconia in un vortice di sogni, che spero si riveleranno fatati… aiutami tu luccicante Luna a colorare la mia notte di magia, ci conto….


 

Cosa rimane dei miei silenzi…?ultima modifica: 2009-09-18T22:42:00+00:00da amica.dellaluna
Reposta per primo quest’articolo

2 pensieri su “Cosa rimane dei miei silenzi…?

  1. Alla fine noi siamo come una cosa fatta apposta infine, un brandello di sogno che vela l’immaginario, che quindi s’alza, s’arrampica come un crescendo d’archi su per la collina del cuore.
    Ecco l’intimo impasto, queste cere fuse che sigillano il momento su pagine mai chiuse. Appassionati, con quella confidenza che stempera le ciglia, vacilliamo in amori profondi come ricci di mare smossi dall’onda.

Lascia un commento